Skip to content

Scusi sig. Hendrix, può abbassare il volume?

24 ottobre 2009

CHI: Angelo

città: Londra

CHE: Era il 1967 quando, dopo diverse e spesso sfortunate avventure nel suo paese natale, Jimi Hendrix parte per l’Inghilterra, destinazione Londra. In verità, egli viene quasi costretto ad abbandonare gli Stati Uniti (almeno per un pò) da Chas Chandler, ex Animal.

Nel gennaio di quell’anno, il giovane Jimi si trasferisce al numero 23 di Brooke Street, zona Mayfair. Siamo a due passi da New Bond Street, strada modaiola, dove i più grandi brand mondiali aprono i loro lussuosi negozi, e dove facoltosi signori e signore “passeggiano”, tra un acquisto ed un altro, a bordo delle loro utililitarie (Ferrari, Maserati, Lamborghini, Porsche e via dicendo…). Ma torniamo a noi.

Casa Hendrix (sulla dx) e accanto Casa Handel.

Casa Hendrix (sulla dx) e accanto Casa Handel.

Jimi si trasferì in questa casa con la sua ragazza Kathy Etchingham, e fu proprio all’interno di queste stanze che probabilmente nacque uno dei gruppi più importanti della storia del rock: la “Jimi Hendrix Experience Band”! Vi dicono nulla pezzi come Foxi Lady, Are you Experienced, Purple Haze, Hey Joe? Questo solo per citarne alcuni tra i più celebri composti nella sua breve parentesi londinese, accompagnato da Noel Redding al basso (anche se il suo vero strumento era la chitarra) e da Mitch Mitchell alla batteria. Tutti brani che finirono, in un modo o nell’altro, nell’album Are you Experienced?.

Siamo in pieno centro, quindi probabilmente vi capiterà di passare da queste parti. Per cui, appassionati di musica o no, probabilmente vale la pena dare un’occhiata alla casa che ha ospitato colui che ha completamente cambiato il modo di suonare la chitarra elettrica e di conseguenza segnato in maniera fondamentale la storia del rock. Essa è contrassegnata dalla tipica placca blu che qui nella città della regina indica le abitazioni che furono di personaggi celebri del passato.

Inoltre, noterete a pochissimi metri di distanza, un’altra placca blu. Infatti, curiosità e strana coincidenza, circa duecento anni prima il celebre compositore tedesco Georg Friedrich Händel occupava proprio l’appartamento accanto.

Penso spesso all’eventualità dei due vicini di casa. Immaginate la seguente scena. Serata d’inverno, fredda e piovosa, un tipica serata londinese insomma. Il vecchio Handel non riesce a dormire, ancora una volta, a causa del trambusto che arriva da casa del dirimpettaio. Indossa allora le sue ciabatte decorate, barocche, la vestaglia e naturalmente il suo parruccone, e si dirige verso la porta del vicino. Suona il campanello. Ad aprire è un giovanotto scuro, alto, capelli ricci, sembra come sconvolto e ha lo sguardo perso  (sarà successo qualcosa di grave avrà pensato il musicista tedesco). Dopo essersi dato una rinfrescata agli occhi irritati dal fumo proveniente dall’interno dell’appartamento con il suo fazzoletto di franella reale, il vecchio Händel chiede gentilmente: “Mi scusi Signor Hendrix, sarebbe possibile abbassare leggermente il volume?


CASA HENDRIX

23 Brooke Street, Mayfair, London (Guarda la mappa).

Da sapere che… casa Handel è diventata un museo, l’Handel House Museum per l’appunto. La stessa cosa non è accaduta per casa Hendrix. Quest’ultima però è in alcuni periodi dell’anno visitabile con il biglietto dell’Handel House Museum. Per cui, tenete sott’occhio il sito www.handelhouse.org per non perdervi quest’opportunità.

A due passi… per chi non sa rinunciare allo shopping, c’è Oxford Street, dove potrete fare visita ai celebri magazzini Selfridges. Appena finito, rilassatevi ad Hyde Park.

Scusi Sig. Hendrix, può abbassare il volume? suona come Hey Joe – Jimi Hendrix.


Share

Traduci il post.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: