Skip to content

Un pueblo in città condannato a scomparire.

26 gennaio 2010

CHI: Manuela

città: Barcelona

CHE: Una città può nascondere, una città può conservare. Anche se a volte l’uomo può dimostrarsi più forte. E’ il caso della Colonia Castells, piccola isola dal sapore rurale nel cuore del centro urbano, che ha le ore contate.

Questa Colonia è una delle poche tracce che rimane della società industriale e delle colonie o quartieri che si costruivano alla fine del secolo XIX per gli operai che emigravano dal sud per lavorare a Barcellona. Prende il nome dal proprietario della fabbrica di vernici, che si trovava nella vicina Travesera de Les Corts, Manuel Castells i Carles. E’ costituita da un reticolo di pochi vicoli e stradine formato da case basse, di un solo piano, di 60 metri quadrati ca., ognuna con la propria terrazza e giardino. Alcune sono colorate, altre decorate con piastrelle. I fili dell’elettricità “caratterizzano” le vie. Con un pò di fortuna si possono incontrare alcune delle anziane signore che vivono ancora lì che si riuniscono nel pomeriggio in circolo, ognuna seduta sulla propria sedia, nel piazzale della colonia, vicino a una palma e a un albero di ciliegio, per scambiare due chiacchiere e prendere un pò d’aria.

Una delle case della Colonia Castells

Il progresso però sta segnando gli ultimi momenti di vita di questo angolo di storia proletaria. E’ previsto infatti che, per quest’anno 2010, la Colonia Castells scompaia per dare spazio a un parco circondato da palazzi nuovi di zecca. Questa è la conseguenza della ri-urbanizzazione di questa zona.

Se vi affrettate, prima che arrivino le gru, potrete ancora camminare per un piccolo ma pittoresco quartiere con più di 100 anni di ricordi di vita vissuta.


COLONIA CASTELLS

Pasajes Transversal, Barnola, Piera, Castells, Calle Castells (Guarda la mappa)
Metro: Sants (L3 verde e L5 blu)

Da sapere che… le strade della Colonia prendono il nome da alcuni dei familiari del proprietario della fabbrica di vernici Manuel Castells: il figlio Manuel Castells i Juncosa e la nuora Maria Dolores Barnola i Grau.

A due passi… o meglio a 3 fermate di metro il Camp Nou e la Masia del FC Barça.

Un pueblo in città condannato a scomparire suona come Desaparecido di Manu Chao.


Share

Traduci il post…
Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: