Skip to content

Natura incontaminata e selvaggia – Point MacKenzie, Alaska

17 marzo 2010

CHI: Alessandro

città: Wasilla/Point MacKenzie, Alaska

CHE: se siete amanti della Natura con la eNNe maiuscola chiedete indicazioni per raggiungere il Point McKenzie General Store, al Mi.7 della Point McKenzie Road, a circa 30 min. di macchina (o motoslitta) da Wasilla, Alaska. Da queste parti è d’obbligo equipaggiarsi affittando delle snowmobile (motoslitte) con il relativo traino e fare provviste. A meno che non vogliate farvi 160 Km tra laghi e fiumi ghiacciati e foreste a piedi (come ho fatto io), con gli sci o in bici a -20°C se non peggio…ma dovete essere molto allenati! Vi consiglio di vestirvi a modo dalle scarpe al cappello, non lasciate nulla al caso e di portarvi dietro sacchi a pelo adatti alla “leggera brezza” d’Alaska, sacchi da bivacco, materassini isolanti e, se volete, tende.

Giunti a Point MacKenzie di buona mattina (a febbraio fa luce alle 9:00am) scaricate le motoslitte e partite lungo il trail meglio segnalato. Farete una gran bella escursione attraverso scenari mozzafiato, dove le uniche note stonate saranno i rombi delle vostre motoslitte. Avrete la possibilità di passare da fiumi ghiacciati a laghi ghiacciati spettacolari incorniciati da montagne che sbucano direttamente dal ghiaccio.

Tra i ghiacci

Attraverserete foreste e altipiani e non sarete mai soli, sarete sempre sottobraccio a madre natura. Potrete ammirare il planare di un’aquila dalla testa bianca o di “misurare” a vista le dimensioni imponenti dell’alce – trattatelo con rispetto ed “educazione” soprattutto se non è cornuto…ovvero femmina, più suscettibile e permalosa del maschio (sebbene cornuto). Se saprete entrare in armonia con la natura e saprete rispettarli non avrete problemi ed anzi, sarete entusiasti di certi incontri. Se non fosse per il casino che farete con le snowmobile potreste incontrare anche lupi e volpi e vi assicuro che sarebbero degli incontri memorabili e non avreste nulla da temere.

La notte (a febbraio dalle 5:30pm) sarete in compagnia di voi stessi e degli odori e suoni dell’ambiente meraviglioso in cui siete immersi. Con un po’ di fortuna potrete ammirare (a me è capitato) le nuvole accese nella notte da colori come il giallo, il rosso, il verde, l’azzurro, il rosa…se poi siete veramente molto fortunati potrete ammirare lo spettacolo naturale dell’aurora boreale. Nel mese di febbraio potrete incontrare alcuni Musher con i loro Husky che si allenano per la leggendaria Iditarod (che parte il primo sabato di marzo) e se vi capita durante la notte e avrete le vostre lampade accese, illuminerete gli occhi di 12 o 16 Husky che fluorescenti e di vari colori danzeranno avvicinandosi a voi.

L’Alaska è sicuramente uno dei posti più belli al mondo in quanto a spettacoli naturali e sicuramente d’estate è favolosa e si possono incontrare molti più animali, tra cui l’orso che in inverno russa al “caldo” della sua tana, ma se avete spirito di avventura e siete affascinati da quello che madre natura può regalarvi e se siete mossi dalla voglia di provare ad instaurare un rapporto di equilibrio profondo con madre natura, vale veramente la pena immergersi negli scenari selvaggi ed incontaminati dell’Alaska anche durante l’inverno, dove l’ambiente e gli animali sono ancora liberi e sereni.


POINT MACKENZIE, ALASKA (Guarda la mappa)

Da sapere chesebbene l’Alaska sia uno degli Stati più cari degli USA, a causa delle evidenti difficoltà di approvvigionamento, i prezzi sono molto bassi e convenienti per noi europei a prescindere dal cambio. Inoltre potete farvi riaccreditare sulla carta di credito la somma corrispondente al vostro acquisto se rendete la merce entro 60 giorni (sia che l’abbiate usata che non) e non vi faranno né domande, né problemi. I locals, come in quasi (anche se io leverei il quasi) tutti gli USA sono molto gentili, generosi ed ospitali. Non sarà difficile fare amicizia, ricevere aiuto o consigli utili, l’importante è comportarsi sempre bene ed in modo corretto e non all’italiana (insomma, non facciamoci riconoscere)! Mangiate soprattutto pesce ed in particolare il salmone e provarte i piatti tipici a base di carne d’alce.

A due passi: se avete ancora 1 o 2 giorni, ma anche mezza giornata, potete fare un salto a Girdwood, una località a sud di Anchorage (circa 40 miglia in direzione Seward), per farvi una bella sciatina o snowbordata. Portatevi macchinetta fotografica e binocolo o cannocchiale tipo pirata! Il bello di Girdwood non è solo Girdwood in sé, ma anche la strada che si deve percorrere per arrivarci che mostra un panorama favoloso (mi sarò fermato 20 volte a fare le foto ibernandomi dita, naso, guance ed altro…)!

Natura selvaggia e incontaminata suona come Nessun dorma. – Tre tenori.


Share

Traduci il post…

Per saperne di più sull’autore e sul suo “pellegrinaggio alla ricerca del limite” in Alaska visita il sito http://www.alessandroroppo.it/

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: